La Polizia Mortuaria dei cimiteri

la Polizia Mortuaria dei cimiteri

Tabella dei Contenuti

La gestione dei cimiteri e delle questioni funerarie è un argomento spesso poco discusso, probabilmente perché associato a momenti dolorosi della vita.

Tuttavia, è fondamentale comprendere il ruolo della polizia mortuaria e i regolamenti cimiteriali per affrontare queste situazioni in modo adeguato.

I cimiteri sono sotto la giurisdizione del Comune e devono rispettare specifiche normative che variano da luogo a luogo. Allo stesso modo, le pratiche amministrative legate a un decesso sono sorvegliate dalla polizia mortuaria, garantendo che le operazioni di sepoltura e trasporto vengano svolte correttamente.

Cos’è la Polizia Mortuaria?

In primis, bisogna partire dal fatto che la polizia mortuaria non è altro che un servizio che gestisce tutte le pratiche funerarie. Non deve essere confusa con la Polizia di Stato né con le agenzie di pompe funebri.

Questo apparato indipendente si occupa delle procedure amministrative relative ai defunti.

Servizi della Polizia Mortuaria e regolamenti cimiteriali

La polizia mortuaria offre vari servizi:

  • Autopsie: Talvolta è necessario eseguire un’autopsia per determinare le cause della morte. Un team specializzato esegue l’esame e redige un documento ufficiale.
  • Dichiarazione di morte: Questo servizio informa l’ufficiale di Stato civile del decesso, sia avvenuto in casa che in una struttura sanitaria.
  • Denuncia sanitaria della causa di morte: Richiede una perizia del medico legale entro 15-30 ore dal decesso.
  • Autorizzazioni per il trasporto funebre: La polizia mortuaria rilascia i certificati necessari per il trasporto del defunto, comprese autorizzazioni specifiche in caso di morte per reato.
  • Riti funebri: Supervisione dei riti funebri, assicurandosi che tutto avvenga secondo le norme.
  • Cremazione e affidamento delle ceneri: Assicura il rispetto delle normative per la cremazione e l’affidamento delle ceneri agli eredi.

Funzioni supplementari della Polizia Mortuaria

Oltre ai compiti principali, la polizia mortuaria svolge anche funzioni aggiuntive che risultano cruciali in situazioni particolari.

In caso di emergenze con numerose vittime, come calamità naturali o incidenti di massa, la polizia mortuaria interviene coordinandosi con le autorità competenti per gestire e trasportare le salme.
Questo processo include anche il supporto psicologico ai familiari delle vittime, un aspetto essenziale in momenti così drammatici.

Quando vengono scoperti resti mortali, la polizia mortuaria si occupa di denunciare il ritrovamento alle autorità appropriate. Collabora con medici legali e la polizia giudiziaria per identificare i resti e determinare le cause della morte. Successivamente, i resti vengono trasferiti a strutture adeguate per ulteriori esami e per la gestione finale.

Un altro compito della polizia mortuaria è gestire le esumazioni e le estumulazioni. Le esumazioni ordinarie avvengono alla scadenza della concessione cimiteriale, mentre quelle straordinarie possono essere richieste per motivi legali o sanitari. Entrambe le operazioni richiedono specifiche autorizzazioni e la presenza di personale qualificato per garantire che tutto venga eseguito secondo le normative vigenti.

Infine, la polizia mortuaria si occupa anche del trasporto dei feti. Questo delicato compito prevede il trasporto dai luoghi di decesso, come ospedali o cliniche, ai cimiteri o crematori, seguendo procedure rigorose per rispettare le norme sanitarie e burocratiche. Inoltre, organizza le procedure di sepoltura o cremazione secondo le volontà dei genitori e le disposizioni normative.

Regolamenti della Polizia Mortuaria

Le attività della polizia mortuaria sono regolate sia a livello nazionale che locale.

Il D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285, integrato dalla Circolare del Ministero della Sanità del 24 giugno 1993, n. 24, definisce chiaramente i compiti di questo servizio.

La legge sulla sepoltura in Italia

Riguardo a ciò, la sepoltura in Italia è disciplinata dal Testo Unico delle Leggi Sanitarie (R.D. 1265/34).

Questo testo stabilisce le normative riguardanti la gestione dei cimiteri, come la localizzazione e le modalità di sepoltura, comprese le norme sui crematori.

Regolamenti cimiteriali comunali

Ogni Comune approva un proprio regolamento cimiteriale, che deve essere conforme alle linee guida nazionali ma può presentare variazioni locali.

Questi regolamenti sono approvati dal Consiglio Comunale e inviati al Ministero della Sanità per l’approvazione.

Il regolamento nazionale, D.P.R. n. 285 del 10 settembre 1990, stabilisce norme dettagliate per le denunce di morte, le autopsie, il trasporto delle salme e le procedure di sepoltura e cremazione.

Conoscere queste normative è essenziale per sapere a chi rivolgersi in caso di necessità e per garantire che tutte le procedure siano seguite correttamente, rispettando le leggi vigenti.

Conclusione

Comprendere il ruolo della polizia mortuaria e i regolamenti cimiteriali è fondamentale per affrontare con serenità e consapevolezza i momenti difficili legati alla perdita di una persona cara.

Questi servizi garantiscono che tutte le pratiche funerarie vengano eseguite secondo le normative vigenti, assicurando il rispetto e la dignità per i defunti.

Onoranze Funebri Bocchetti è sempre a disposizione delle famiglie italiane, offrendo un servizio professionale e attento per supportare in ogni fase del processo funebre.

La nostra esperienza e dedizione ci permettono di assistervi con rispetto e competenza, alleviando il peso delle pratiche burocratiche in momenti di dolore.